2017-10-04 06:00:14

Torna il vuoto a rendere, simbolo dell'economia circolare


29 Settembre 2017 | Chiara Gallana

Il sistema “vuoto a rendere” il simbolo di uno Stato basato sull’economia circolare.Un simbolo che nel nostro Paese era scomparso alla fine degli anni ’80 ma che sta tornando. L’Italia, infatti, si riaggiunge alla lunga lista di Paesi in cui questo sistema gi in vigore, grazie al regolamento del ministero dell’Ambiente, pubblicato il 25 settembre in Gazzetta Ufficiale che attua la misura del “Collegato Ambientale”. Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti afferma che “Questo decreto d una possibilit a consumatori e imprese di scoprire una buona pratica che aiuta l'ambiente, produce meno rifiuti e fa risparmiare soldi.” Il decreto, che entrer in vigore il 10 Ottobre, introduce, su base volontaria di un anno, un sistema di restituzione degli imballaggi monouso riutilizzabili, cio le bottiglie di birra e di acqua minerale, da parte degli esercizi commerciali. Si riferisce in particolare alle bottiglie di volume compreso fra i 200ml e gli 1.5 litri.

Clicca qui e cerca tutti gli alimentari bio pi vicini a te!

L’obiettivo quello di sensibilizzare i consumatori al riciclo e al riutilizzo, per diminuire la produzione di rifiuti. I contenitori pi resistenti, infatti, possono essere riutilizzati anche 10 volte prima di divenire uno scarto. Le bottiglie cos “risparmiate”al cassonetto verranno sottoposte a un processo di sterilizzazione, che richiede il 60% di energia in meno rispetto al processo di creazione di un nuovo imballaggio. Ma non solo: si rivolge anche all’industria, per la realizzazione di un packaging che non sia solo un mero strumento di trasporto, ma anche un servizio. Un bene, non un rifiuto.

La durata prevista di un anno volta alla valutazione della fattibilit tecnico-economica e ambientale del sistema, per stabilire se si tratta di una pratica da confermare e da estendere anche ad altri tipi di prodotti.

Il deputato 5 Stelle Stefano Vignaroli, uno dei maggiori sostenitori del decreto, invita “I gestori dei bar a partecipare a questa che sar una piccola ma significativa rivoluzione che permetter di rendere il mercato pi sostenibile e anche di attivare un circuito economico virtuoso”. Le attivit commerciali che parteciperanno al progetto dovranno esporre sulla porta di ingresso un’etichetta green che le identifica come esercizi anti-spreco. Potranno ricevere 0,10 cent per ogni bottiglia da 33cl e 0,25 cent per ogni bottiglia da un litro. A loro volta i commercianti avranno anche la restituzione della cauzione gi versata al fornitore nel momento dell’acquisto.

Siamo ancora lontani dalla riconsegna diretta dei vuoti al supermercato per ricevere personalmente il rimborso, ma un passo importante in direzione di un sistema pi sostenibile di smaltimento di rifiuti, ed da vedere come il sistema si integrer con la filiera di riciclo gi attiva nel nostro Paese.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianit nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, gratis!

 

https://www.ecosost.it/blog/2017/10/2/torna-vuoto-rendere-simbolo-dell-economia-circolare?lipi=urn%3Ali%3Apage%3Ad_flagship3_feed%3BX0YiRKRkRg%2Br45%2BEnNtqbg%3D%3D